Al Barison festeggia il San Giorgio

Il debutto stagionale al Paolo Barison non porta bene al Vittorio Falmec SM Colle che esce sconfitto dal match casalingo contro l’Union San Giorgio Sedico. La squadra di mister Paolo Zoppas non demerita affatto contro una delle papabili candidate al salto di categoria nell’ormai imminente torneo di Eccellenza veneta. In sede di presentazione i vittoriesi devono fare a meno di Ale Grillo, Alessio Maiutto e Nicolas Spader così al centro della difesa oltre a capitan Checco Marson si rivede Federico Bottecchia (in foto) e sulla fascia destra riecco l’inesauribile Andrea Mazzon. Per il resto tutto uguale a Nervesa. Tutto non proprio perché l’undici rossoblù è meno costante rispetto alla precedente apparizione e gioca soprattutto a sprazzi. Sul piatto della bilancia va comunque detto che Marson & soci vengono puniti da un penalty e poco altro mentre dalla parte opposta le occasioni sono state sciupate. Usciamo così anticipatamente dalla contesa del trofeo con la consapevolezza che un punto avremmo potuto e dovuto conquistarlo.

LA CRONACA – Nemmeno un giro di lancette, ed un corto retropassaggio viene intercettato da Bez al quale si spalanca la porta ospite: la sua conclusione a botta sicura è respinta dall’uscita a valanga di D’Antimo. I padroni di casa insistono e con Concas prima e Agostini poi non inquadrano lo specchio della porta da buona posizione. Alla prima sortita i bellunesi passano: in area nostra Marson cerca la palla su Marcolin che va a terra, fallosamente a giudizio del direttore di gara (insufficiente la sua prova) che decreta il penalty che lo stesso Marcolin trasforma. Sarà l’episodio che deciderà l’incontro. Al 20′ è Fovero ad essere chiamato in causa dall’ex Dassiè: smanacciata in tuffo su velenosa conclusione dal limite. Al 22′ locali vicinissimi al pari: De Martin dai 18 metri si “beve” due avversari con una finta, penetra in area in un amen e in diagonale mancino coglie il palo interno lontano a D’Antimo battuto con la sfera che torna in gioco senza esito. Col passare dei minuti si affievolisce l’intensità dei padroni di casa che perdono in compattezza ed il finale di frazione regala un tiro di Marcolin dal limite che esce di un soffio. Anche la ripresa è meno vivace, almeno per 35′ durante i quali succede poco o nulla. Alla ricerca del pareggio i vittoriesi alzano la pressione nel finale ma sono sciuponi e sfortunati. 38′: Agostini dal fondo destro mette sul secondo palo e dopo un liscio di Bez, De Martin tocca debolmente da due passi e Loat può salvare sulla linea di porta. 41′: staffilata di Craviari dal vertice sinistro che D’Antimo vola a respingere, Agostini di testa spedisce a lato il tap-in. 49′: ancora Craviari da fuori area, stavolta la mira non centra lo specchio della porta.

Usciamo così dalla Coppa Italia, non una priorità, e lo facciamo comunque a testa alta. Mercoledì 20 a Pieve di Soligo (ore 20.30) l’ultimo ininfluente atto del girone contro il Careni Pievigina. Nel frattempo testa e gambe al campionato, allo stadio Zanutto, al San Donà.

 

Leave a Reply