Harakiri sotto la pioggia

Recidivo, forse fin troppo, il Vittorio Falmec SM Colle si fa battere ancora una volta al Paolo Barison. Stavolta in carreggiata ci ritorna il Porto Viro, apparsa squadra onesta ma nulla di più. Prestazione generosa ma nient’altro degli uomini di mister Paolo Zoppas, falcidiati dalle assenze, con una formazione schierata praticamente obbligatoria (in panca ben quattro elementi della juniores) e con uomini fuori ruolo. Dispiace più che altro perché continuiamo a cadere al cospetto di formazione abbondantemente alla nostra portata, facciamo bene con le prime e poi lasciamo punti per strada con le ultime. Oramai è un dejavù che inizia a far borbottare il pubblico di casa che legge delle imprese rossoblù lontano da casa e poi in via Buonarroti deve masticare amaro perché a gioire sono spesso gli altri. E’ successo per la sesta volta stagionale e la pioggia e i vari indisponibili non devono assolutamente fungere da alibi. Così al Paolo Barison risorge pure il Porto Viro, che sfrutta al meglio “l’infortunio” del portiere di casa Beppe Fovero (in foto) che ha “regalato” di fatto il gol partita agli ospiti. Nel complesso la formazione rodigina è parsa più “affamata” rispetto ai locali, macchinosi e prevedibili, che solo per alcuni minuti nella ripresa hanno saputo dare giri al proprio motore, troppo poco. Nei minuti iniziali la partita regala alcune discrete occasioni con Craviari, Zanellato e Scarabel che nella conclusione peccano di mira. Al 27′ viene annullato agli ospiti un gol per fuorgioco. Al 33′ buona chance vittoriese: Casagrande lanciato tra le linee da Scarabel penetra in area, salta anche Boscolo in uscita e conclude debolmente da posizione defilata. Al 41′ l’episodio che deciderà il match: retropassaggio di Serafin per Fovero che, attaccato da Zanellato, tenta una finta, intuita dalla punta ospite che gli ruba palla e deposita in fondo alla rete rimasta sguarnita. Nella ripresa il Vittorio Falmec SM Colle di riversa nella metacampo ospite, pur senza brillanti idee, anche perché gli uomini di mister Giuseppe Guiotto tengono sempre alta l’asticella della concentrazione. Al 3′ è Spader ad avere una ghiotta opportunità: ripartenza locale chiusa dal tiro del trequartista vittoriese che Boscolo in tuffo respinge allontanando poi di piede. Ancora Spader protagonista al 15′: corner di Scarabel e incornata in tuffo che Boscolo neutralizza. I padroni di casa offrono il fianco alle ripartenze rodigine: Zanellato impegna severamente Fovero al 22′ che rimedia parzialmente al gol subito. Dalla parte opposta un lungo rilancio di Craviari è inseguito da Bez che in area tocca la sfera anticipando Tiozzo che senza dubbio lo tocca: arbitro e guardalinee (ben piazzato) lasciano proseguire. La gara è una battaglia di nervi ed a farne le spese è Serafin, espulso per doppia ammonizione alla mezz’ora. Grillo & compagni si affidano ai lanci lunghi senza mai trovare sbocchi mentre una ripartenza ospite al 90′, con Fovero che chiude lo specchio della porta ad Andreello segna definitivamente la fine della contesa.

Leave a Reply